Matrimonio: non agitar(si) prima dell’uso

Se il momento della proposta è stato una dolce emozione, quello subito dopo è stato un mix perfetto tra ansia, agitazione e disorientamento: da dove cominciare?
Che vi troviate agli inizi dell’organizzazione del vostro giorno speciale, o che siate già a buon punto (forse), una Wedding Planner può fare luce su dubbi e indecisioni, o anche farvi scoprire che potrebbe non essere davvero tutto pronto!
A questo punto niente panico e seguite le istruzioni!

Proprio per questo abbiamo organizzato un pomeriggio per scoprire, con la nostra Wedding Planner Giordana, come muoversi tra i tantissimi dettagli di un matrimonio perfetto.

Una piccola ma concentratissima “lezione” sugli aspetti più importanti del matrimonio e della sua organizzazione, come il timing, la burocrazia, gli allestimenti e lo stile.
Ma allo stesso tempo anche una possibilità per vedere da vicino articoli selezionati da noi come bomboniere e partecipazioni.

A chi è rivolto?
Ovviamente prima di tutto ai futuri sposi, ma anche a chi li affiancherà in questo periodo di preparativi, come genitori o damigelle.

Il tutto si concluderà con un fantastico aperitivo cenato!

Trovate i dettagli sul nostro evento Facebook, i posti sono limitati!

LEGAMI – Crowdfunding per le tradizioni

Legami Presentose Crowdfunding

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=YgpQgpjAYxE&w=560&h=315]

Cos’è Legami?

Legami nasce come evento culturale per raccontare il matrimonio tradizionale abruzzese di fine ‘800.

Uno spettacolo interattivo frutto di un’approfondita ricerca storica e bibliografica, per ricordare le più antiche tradizioni in maniera innovativa e accattivante per il pubblico, che diventa attore e spettatore.

Oggi Legami è l’inizio di un nuovo progetto culturale più ampio, per riscoprire valori e tradizioni che rischiano di perdersi nel tempo e nelle distanze ma che sono origini attuali e profondamente legate al presente.
Un progetto che coinvolga più forme artistiche e che possa arrivare anche agli italiani, di nascita o origine, all’estero.

Per questo il prossimo passo prevede la realizzazione di due nuovi prodotti: un cortometraggio e un ebook.

Il cortometraggio sarà un racconto, attraverso le scene dello spettacolo, di alcune tra le tradizioni e usanze più antiche dei matrimoni abruzzesi.

Un viaggio tra il teatro, il canto, abiti e gioielli storici, prosa e poesia.

L’ebook raccoglierà invece tutte le ricerche svolte fino ad ora e nuovi approfondimenti. Durante le prime fasi di stesura del testo teatrale infatti, abbiamo constatato come il materiale online, facilmente accessibile in tutto il mondo, sia però incompleto e spesso inesatto circa le tradizioni, storie, personaggi e usanze abruzzesi. Questo ha spostato gran parte delle ricerche su materiale cartaceo originale e reperibile solo in poche biblioteche. Anche se nessuna ricerca può dirsi mai realmente completa ed esaustiva, vorremmo poter condividere quindi il più possibile ciò che noi abbiamo riscoperto.
Ma come si può contribuire al progetto? Con il crowdfunding su Eppela!

Cos’è il Crowdfunding?

Il crowdfunding è la possibilità di realizzare un progetto con l’aiuto di chiunque voglia sostenere quell’idea.

Ognuno più inviare un contributo e se viene raggiunta la somma necessaria, ottenere un riconoscimento.

Qui trovi il link al progetto Legami sulla piattaforma Eppela!

LegamiPRES-page-001

Come verranno utilizzati i fondi?

I fondi saranno destinati alla realizzazione dei due nuovi prodotti. Una parte servirà al nuovo allestimento dello spettacolo per la registrazione del cortometraggio e quindi alla sua realizzazione. Un’altra parte è destinata alla stesura definitiva e impaginazione dell’ebook.
Ebook Legami Progetto Culturale Crowdfunding

 

IL WEB A SCUOLA

Come usare tecnologia e Internet in modo sicuro per imparare e crescere

Quando nascono i computer? Come nasce Internet? E il World Wide Web? Quanti Megabyte ci sono in un Gigabyte?

Ogni giorno usiamo la tecnologia per fare cose incredibili, come parlare con persone dall’altra parte del mondo o spostare file enormi da un computer all’altro, ma spesso non sappiamo come ci riusciamo!

Saperne di più sulla storia ci aiuta anche a capire perché certe cose sono state inventate, e come possono evolversi in futuro, a patto però che capiamo bene come si usano.

Come devo comportarmi su internet?

Non c’è una precisa regola scritta, ma è importante usare il buon senso, o meglio in questo caso la netiquette: il galateo di internet.

Sebbene però non abbiamo un vero e proprio Codice dell’internauta, dobbiamo ricordare che le leggi nel tempo si sono evolute e sono ugualmente valide anche sulla rete. Il primo “strumento” fondamentale per avere un buon comportamento su internet è il linguaggio: corretto, adeguato e con tutti quei piccoli accorgimenti che aiutano ad essere un buon internauta e a riconoscere ciò che si ha davanti.

A volte Internet sembra pericoloso, per questo bisogna sapere bene come muoversi.

Però una volta capito cosa evitare, quello che rimane è uno splendido luogo di condivisione: su Internet il sapere è messo in comune, e possiamo utilizzarlo nelle nostre ricerche, nel nostro lavoro o nel nostro tempo libero.

Su Internet possiamo seguire corsi di tutto, dall’arte alla tecnologia, dalla filosofia alla scienza.  Possiamo imparare dai tutorial come costruire oggetti, aggiustare cose o suonare uno strumento musicale.

Possiamo leggere classici della letteratura gratuitamente, possiamo fare ricerche sicure tramite servizi ed enciclopedie affidabili e allargare i nostri orizzonti culturali.

Con tutte queste cose che ci aspettano, non ci resta che iniziare ad imparare!


Questo articolo è parte del progetto con le scuole secondarie di primo e secondo grado: vogliamo sensibilizzare ragazze e ragazzi a temi come fake news, privacy e cyberbullismo, ma anche far scoprire loro le meraviglie della condivisione di conoscenza su Internet, mostrando tutorial, canali divulgativi e facendoli poi cimentare in una prova pratica.

Ai ragazzi abbiamo insegnato a usare il QR Code, che li rinvierà alla pagina dedicata al progetto con il materiale didattico e i link utili.

MATRIMONIO: 7 COSE DA AVERE NELLA POCHETTE

In un post del blog Colori in Bianco & Nero si parla della borsa giusta per eventi e cerimonie e la prima regola in assoluto è la dimensione: deve essere piccola. Lo spazio così è però molto limitato ed è difficile portare tutto ciò che crediamo ci serva.
Questa guida non è valida solo per i matrimoni! Può valere per comunioni, battesimi, feste importanti, ma con la nostra Wedding Planner Giordana de Petris ormai ci siamo specalizzati!
Ecco quindi cosa effettivamente può servirvi in questi eventi e cosa invece potete evitare:

La prima cosa che potrebbe venire in mente ad una donna sono i cerotti per le scarpe. Tante ore su dei tacchi alti o peggio ancora con delle scarpe nuove e mai messe, rischiano di provocare delle brutte ferite e la fine dei “giochi”. I cerotti normali però possono non resistere abbastanza a lungo, è meglio quindi procurarsi rimedi specifici come dei Compeed. Ricordate comunque che molto probabilmente andrete in un luogo pubblico, un locale, e per qualsiasi evenienza avranno loro il kit di pronto soccorso, il nostro per una volta, possiamo lasciarlo a casa.

I fazzoletti: ne bastano al massimo 3, per asciugare qualche lacrima e per qualunque evenienza. Se foste raffreddate non vi salverebbe neanche un intero pacchetto, quindi, se non possiamo lasciare la scorta in macchina o al nostro accompagnatore, conserviamo lo spazio della pochette e ricorriamo al bagno.

Il telefono è immancabile, i social reclameranno notizie e foto in tempo reale!

Le chiavi solitamente vengono in mente alla fine, quando non entra più niente: togliamo per una sera tutti i portachiavi e portiamo le essenziali.

Un documento d’identità è sempre meglio averlo con sé…e non crea altri problemi di spazio!

Soldi non dovrebbero servirne, ma per sicurezza possiamo portare con noi una carta prepagata o il bancomat, e qualche moneta per il caffè di “emergenza”!

Il trucco dovrà essere impeccabile e riuscire a rimanere intatto durante la serata, l’unica cosa che ci concede la nostra piccola clutch è il rossetto che abbiamo scelto per l’occasione, che molto probabilmente sarà l’unico scusato per aver bisogno di un piccolo ritocco.

Che ne pensate di questa piccola guida per matrimoni & co?

A cura di Giulia D’Eusanio – Project Manager

Fondatrice di REC e vulcano creativo di idee, nata e cresciuta sulle tavole del palcoscenico e giurista per testardaggine, ha tre agende (rigorosamente non digitali) sempre sincronizzate. Lei è quella sempre organizzata!

A cura di Giordana de Petris – Wedding Planner

Giordana è il guru dell’allestimento per tutti gli eventi di REC – Rete Eventi & Cultura! Come faremmo senza il suo gusto raffinatissimo?