Il crowdfunding. Cos’è e come funziona

Cos’è una campagna di crowdfunding e come funziona? È un argomento particolarmente articolato, ma poco conosciuto in Italia. Vogliamo darvi allora qualche piccola indicazione e spiegarvi il perché.

In linea di massima si può dire che il crowdfunding sia un modo di raccogliere denaro per finanziare progetti e imprese. A differenza del finanziamento “tradizionale” (dove si hanno grandi importi provenienti da una o alcune fonti), questo consente di ottenere la cifra necessaria tramite tante piccole somme di denaro versate da un gran numero di persone.
E’ usato per lo più da start-up o da imprese in espansione, ma è anche un modo per radunare una comunità intorno alla propria offerta.
Vediamo ora nello specifico di cosa si tratta, come funziona e quali sono le principali caratteristiche di questa nuova forma di finanziamento.

Il funzionamento del Crowdfunding si basa su piattaforme (siti web) che consentono l’interazione tra i fundraiser (coloro che richiedono il “supporto” economico) ed il pubblico (“Crowd”).
La maggior parte di questi siti funziona secondo un modello massimalista (“Tutto o niente”). Ossia: se raggiungerete il traguardo avrete il denaro, altrimenti ciascun donatore riceve indietro il suo.
Solitamente la piattaforma richiede poi il pagamento di una piccola commissione solo nel caso in cui la campagna abbia avuto successo.

Sono diverse le tipologie di Crowdfunding realizzabili, in base alle necessità, ai soggetti coinvolti e agli obiettivi. Le principali sono:

Prestiti peer-to-peer (Il pubblico presta denaro a un’impresa in base al presupposto che questo verrà ripagato con gli interessi)

Equity Crowdfunding (Vendita di una partecipazione a un’impresa a diversi investitori in cambio dell’investimento)

Rewards Crowdfunding (I privati fanno una donazione per un progetto o un’attività imprenditoriale attendendosi di ricevere in cambio ricompense di carattere non finanziario)

Crowdfunding per beneficenza (I privati donano piccoli importi per contribuire ai più ampi obiettivi di finanziamento di un determinato progetto caritativo senza ricevere nessuna compensazione finanziaria o materiale)

Modelli ibridi (Offrono alle imprese l’opportunità di combinare elementi di più tipi di crowdfunding)

Tutto ciò può offrire più che semplici vantaggi finanziari.
Garantendo l’accesso ad un gran numero di persone, si può immediatamente verificare, tramite la piattaforma, quanti ripongono fiducia nel progetto e ne apprezzano il valore. Inoltre, interagendo direttamente con il pubblico, si potranno ricevere consigli ed informazioni utili ed un feedback continuo sull’avanzamento del progetto.

Naturalmente il crowdfunding non è sempre tutto rose e fiori. Ci sono anche dei rischi da non sottovalutare. Vediamone alcuni:

  • Non c’è garanzia di raggiungere il proprio obiettivo
  • La vostra proprietà intellettuale diventa di dominio pubblico
  • Rischio di sottostima dei costi
  • Danno alla reputazione (Con un mercato estremamente competitivo, sicuramente gli investitori esamineranno con attenzione la vostra proposta. Ogni esempio di trascuratezza, errore o insufficiente preparazione avrà ripercussioni negative sulla vostra immagine e sul vostro progetto.)

Cosa possiamo consigliarvi?
Siate consapevoli dei diversi passi che dovrete compiere, destinatevi tempo sufficiente e elaborate un piano che preveda un margine di errore e ritardi. Analizzate attentamente tutti i modi possibili per garantire il successo della vostra campagna di raccolta fondi e, ricordate, se fallite una volta…TENTATE DI NUOVO!

Anche noi abbiamo scelto il crowdfunding per dar modo ad un nostro progetto di crescere e divenire “grande”, realizzando una campagna su Eppela, una piattaforma italiana di Reward Crowdfunding. Potete trovarlo qui per scoprire come funziona e, perché no, anche per conoscere la nostra piccola creatura: LEGAMI.

 

Altre informazioni sul crowdfunding

  • Il crowdfunding nell’Unione europea

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-14-240_en.htm

  • Rassegna del crowdfunding

http://www.eurocrowd.org/category/facts-and-figures/about-crowdfunding/

http://www.bruegel.org/publications/publication-detail/publication/844-i…

  • European Crowdfunding Network

http://www.eurocrowd.org

L’Unione europea a proposito del crowdfunding

  • La Commissione europea a proposito del crowdfunding

http://ec.europa.eu/finance/general-policy/crowdfunding/index_en.htm

  • Il Parlamento europeo a proposito del crowdfunding

http://epthinktank.eu/2014/05/08/crowdfunding-in-the-european-union/

 

Fonte: Il crowdfunding – European Commission

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...